la biomeccanica .....
movimento in armonia

 

 

 

 

 

 

DI COSA CI OCCUPIAMO

La biomeccanica non è un test bensì una valutazione che parte dall’individuo, che sia un atleta oppure no, e tiene conto dell’età, del tipo di attività e categoria, ma soprattutto INDIVIDUA ANOMALIE POSTURALI DI BASE che possono avere un effetto dinamico o statico nel movimento. Dal risultato di questa valutazione il soggetto, se ne ha bisogno, passa alla figura di competenza come l’osteopata o il posturologo che in sinergia al biomeccanico troveranno l’origine del problema per poi arrivare alla risoluzione. La ricerca di una posizione giusta in sella quindi è indispensabile per tutti da grandi corridori a coloro che fanno un’intensa attività agonistica in bicicletta o anche per chi la bicicletta la limitano al solo fine settimana; la ricerca della giusta posizione in sella è uno step fondamentale per tutti i ciclisti.

 

 

 

 

i nostri servizi

misurazione antropometrica

valutazione posturale

Scelta e regolazione appoggi (tacchette, sella, manubrio)

Elaborazione parametri assetto

analisi tecnica

Progettazione telaio ideale e/o ricerca taglia ideale

consegna certificazione

controlli periodici

 

 

il nostro team a tua disposizione

Alessandro Mansueto

Alessandro Mansueto

Biomeccanico
Dr. Di Pietro Giuseppe

Dr. Di Pietro Giuseppe

Medico Osteopata
Dr. Pitarresi Riccardo

Dr. Pitarresi Riccardo

Medico Dietista

 

 

Patologie comuni che potrebbero interessarti

Partiamo col dire che la mano è una delle parti del nostro corpo con maggiori innervazioni e questo comporta una grande sensibilità delle stesse. Lo stress di queste innervazioni può generare dolore, indolenzimento e/o intorpidimento ed è, pertanto, importante capirne le cause. Come per altre patologie, anche in questo caso, il problema che si presenta non per forza ha origine nella zona interessata in quanto il dolore o l'intorpidimento possono essere effetto di altre cause ben lontane.
approfondisci
Nonostante questo sport riduca il carico ponderale sulle articolazioni della colonna vertebrale e degli arti inferiori, un’altra patologia frequente è la lombalgia. Anche in questo caso le cause che determinano questi problemi sono legate ad errori di posizionamento sul mezzo, accentuati dalla presenza di anomalie e patologie congenite delle strutture ossee. Innanzitutto è fondamentale avere gli arti inferiori perfettamente simmetrici sia in lunghezza che nei diametri muscolari.
approfondisci
I punti di contatto tra il ciclista e la bici sono tre: pedali, sella e manubrio. La giusta posizione in sella, oltre che permettere una buona spinta applicata, un'accettabile fattore cx (aerodinamica) ed un compromesso tra performance e comfort, deve creare un'armonia di bilanciamento del peso dell'atleta sulla bicicletta. La giusta distribuzione dei pesi tra l'appoggio avantreno (manubrio) e il retro (sella), ulteriormente bilanciate dai pedali, evita di incorrere in pressioni eccessive ed errate.
approfondisci
La sindrome femoro-rotulea è un disturbo che coinvolge l'epifisi distale del femore e della rotula. Un'alterazione anatomica, ad esempio la tibia ruotata o un eccessivo valgismo, possono modificare la biomeccanica dell’articolazione. Il problema nella rotazione della pedalata insorge nel momento in cui il metatarso, la caviglia, il ginocchio e la testa del femore non sono allineate, e quindi il ginocchio sarà varo o valgo (per ginocchio varo o valgo s'intende una deformità del ginocchio verso
approfondisci

 

 

Casi di successo

Francesca Giarrusso

Avendo appena cominciato con la bici d corsa,cio’ che mi è stato consigliato,per cominciare bene ed evitare infortuni è stato affidarmi ad uno specialista che attraverso la visita biomeccanica potesse valutare la migliore posizione in sella per me. Alessandro ha da subito valutato i parametri basilari :come le misure del corpo e la mia elasticità, ha poi valutando in base a come siedo in sella come il mio corpo compensi naturalmente le piccole incongruenze che tutti noi abbiamo come un braccio poco più corto rispetto all altro. in base a varie prove di seduta e pedalata Alessandro ha modificato gli attacchi dei pedali programmando un percorso che mi consenta di stare in sella alla giusta altezza in maniera piu confortevole e naturale possibile questo percorso oltre a modificare di settimana in settimana l’altera e la distanza della seduta e del manubrio, continua costantemente nuove valutazioni metriche sui miglioramenti dell’assetto e della padelata. Sono soddisfatta dalla professionalità ed i risultati del lavoro di Alessandro sono piu’ che tangibili. Cordialmente Francesca Giarrusso Francesca Giarrusso (triatleta)

Dario Cerasola

Acquistavo due anni fa la mia prima bici da corsa, e come di buona norma la prima cosa che ho fatto, è stato effettuare un controllo biomeccanico. Mi sono rivolto a Bicitalia, che nell'attore di Alessandro Mansueto, ho trovato, velocità nella prenotazione, disponibilità e serietà ma soprattutto tanta e tanta pazienza. Rilavazioni delle misure antropometriche, cambiamenti delle impostazioni, sostituzioni con parti più idonee, alla fine il risultato è stato sorprendente. Più maneggevolezza del mezzo, più comodità e più velocità.... Che si vuole di più?? Saluti Dario Dario Cerasola (biker)

Antonio Analfino

Ciao Ale ti scrivo per ringraziarti del lavoro svolto per migliorare la mia posizipne in sella, cura dei particolari e dei minimi dettagli al top, ti riconfermi leader in questo campo. Dopo la visita sono spariti pure quei piccoli dolorini che accusavo prima, veramente soddisfatto! È una fortuna aver a che fare con persone cosi disponibili e soprattutto competenti, alla prossima! Antonio Analfino (biker)

Ludovico Tarantino

Alessandro volevo farti i complimenti per la professionalità, cordialità e pazienza messa in atto per il lavoro di biomeccanca da te svolto nei miei confronti. Mi premeva scriverti due righe visto che questa è la seconda volta che che vengo da te ,la prima con la mia SCOTT MTB che mi dava parecchi problemi e la seconda con la mia bici da corsa che non riuscivo a guidare e che oggi mi hai permesso di rendere la mia passione un vero e proprio piacere.grazie Ludovico Tarantino (ciclista amatoriale)

Laura Bardi

Quando ho deciso di fare la mia prima visita biomeccanica ho capito che avevo aspettato troppo tempo per farla. Già da qualche tempo accusavo dei problemi durante le uscite in bici (principalmente mal di schiena) ma pensavo che, dato il mio saltuario utilizzo (una o due uscite a settimana), non fosse necessario farla. Bene!Con il senno di poi ho capito che l'avrei dovuta fare non appena salita in sella o quasi. D'altronde, a meno che non si é nella fase della crescita, la visita biomeccanica dovrebbe stabilire una volte per tutte la misura corretta della propria bici ed evitarci gli inconvenienti di una posizione scorretta in bici. Dietro consiglio di un amico, ho fatto la visita biomeccanica da Alessandro Mansueto, persona conosciuta in ambito sportivo per professionalità e talento sportivo. Durante la visita ho avuto la conferma della sua encomiata competenza e qualità nella prestazione offertami, nonché dell'innegabile passione per il suo lavoro. La visita nel suo studio é stata eseguita con cura ed é stato molto disponibile anche nel rendermi partecipe del perché stesse prendendo le varie misurazioni (sia in piedi che sulla mia bici). Da quando ho una posizione corretta in sella tutti i dolori che avevo sono spariti, pertanto, consiglierei a chiunque di fare la visita e farsi mettere in sella da Alessandro Mansueto! (Laura Bardi triatleta)

 

 

Desideri informazioni?